Perchè i tempi stanno cambiando

di Nicola Narduzzi

“Your old road is
Rapidly agin’.
Please get out of the new one
If you can’t lend your hand
For the times they are a-changin’.”
“La vostra vecchia strada
Sta rapidamente invecchiando.
Per favore andate via dalla nuova
Se non potete dare una mano
Perché i tempi stanno cambiando.”

Così cantava negli anni ’60 un giovane un po’ ribelle e con i capelli scompigliati, sfidando
quell’America conformista e borghese figlia del secondo dopoguerra. Oggi, più di cinquant’anni più tardi, questo motivetto continua a frullarmi in testa da quando una foto pubblicata su un social network ha catturato la mia attenzione, svegliandomi dalla sonnolenza pomeridiana di una noiosa giornata di pioggia.
Ci sono riusciti ancora: il vecchio leone e il suo giovane apprendista hanno lasciato ancora una volta il segno sui monoliti incrostati di ghiaccio della Patagonia. Forse non dovrei usare aggettivi come “vecchio” o “giovane”, in fondo i due hanno sono un anno di differenza. Eppure in una terra estrema, sia geograficamente che climaticamente, come la Patagonia è come se un abisso di decennili separasse.

Continua a leggere

Annunci