Alpinismo EstEtico

cai2015_azimut_teatro_web

Mentre lasciamo il mondo alpinistico accapigliarsi sul fatto che un reality show possa o meno decretare la morte dell’alpinismo (roba che la questione del compressore di Maestri in confronto era una quisquilia da bar), l’alpinismo – quello vero, quello che sfugge alle classificazioni e semplicemente non se ne preoccupa, quello che si pratica e non si parla addosso– va avanti.

Ed è singolare (ma a pensarci non troppo) che l’estremo angolo di Nord Est stia diventando un piccolo incubatore della nuova generazione di alpinisti post-2000. Tradizionalmente ai margini dell’impero eppure culla di grandi scuole (prima fra tutte quella triestina, senza dimenticare alcune eccellenze assolute tra Carnia e Tarvisiano) le Alpi “invisibili” sono ora terreno fertile per un gruppo di ragazzi che, superate le logiche campanilistiche, messi da parte vecchi codici e gerarchie si sta facendo avanti in maniera libera ed autonoma.

Ci piace quindi segnalare l’iniziativa del CAI di Artegna che all’interno del programma “Azimut” propone venerdi 20 novembre questa serata dal suggestivo titolo “Alpinismo EstEtico” che giocando sui rimandi semantici sintetizza bene essenza e stile di quattro nuovi protagonisti della scena verticale.

Stiamo parlando, in ordine rigorosamente casuale, di Enrico Mosetti “Mose”, Leonardo “Leo” Comelli, Andrea Polo e Gabriele Gorobey “Sbisi”.  Nomi che ultimamente hanno cominciato ad affacciarsi sulla scena alpinistica, se pensiamo che solo quest’estate li abbiamo ritrovati sui media locali e non solo: Polo e Gorobey reduci da una spedizione in Madagascar sulle tracce di Sterni e Svab su “Never the same”, mentre Mosetti metteva a segno in totale autonomia alcune discese decisamente fuori dall’ordinario sulla Cordillera Blanca. Una nuova generazione che si sta muovendo in maniera del tutto personale ridisegnando tendenze ed interpretazioni del gioco dell’alpinismo.

Il mondo dello sci e della sua amata “Polvere di Giulia” sarà il biglietto da visita dell’aspirante guida alpina Enrico Mosetti che in Giulie ha trovato un terreno d’elezione dove sperimentare linee spinte (anche molto spinte…) ma sempre contraddistinte da alcuni tratti salienti del suo stile, ovvero la ricerca dell’eleganza e di quegli ambienti severi e mai scontati del profondo est. Tra le innumerevoli discese ricordiamo la Ovest del Canin con Andrea Fusari nel 2014, due delle quattro discese totali del mitico Canalone di Berdo, nonché la ripetizione di Veseli Toboga cavalcando tra le effimere spine della parete est del Tricorno.

E ancora Leo Comelli, spesso compagno di Mosetti e anche lui alpinista completo su tutti i terreni, che ad un curriculum già di grande spessore unisce la passione per la fotografia in ambiente, catturando con sensibilità e personalità i frammenti di vita verticale. Leo, attivissimo su tutti i fronti solo quest’estate ha portato a casa vie di grande prestigio quali Chimera Verticale sul Civetta e Specchio di Sara sulla Marmolada, mentre due anni fa aveva effettuato – con Marco Kulot – la probabile prima ripetizione del visionario Pilastro Bee sull’Agner.

Polo e Gorobey sono ormai una coppia inseparabile che interpreta in maniera eccellente l’arrampicata sportiva moderna, alternando aperture a spit a salite su vie di riferimento moderne in montagna. Sul Bila Pec e il Robon, autentiche perle dell’arrampicata moderna in  Giulie si stanno dando molto da fare, a conferma che la tendenza è quella di spingere al massimo grado obbligatorio in ambiente con uso piuttosto parsimonioso di spit. Una scelta di stile e come confermato dalla loro apertura in Robon del 2014 simbolicamente riassunto nel nome della via “Liberi di scegliere” (8a+).

Appuntamento dunque ad Artegna venerdì 20 novembre alle ore 20.45 per conoscere  da vicino questi quattro ragazzi, scoprendone semplicità ed immediatezza nel trasmettere la loro passione per l’alpinismo. Dalle Alpi Giulie al resto del mondo.

Annunci

Una risposta a "Alpinismo EstEtico"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...